MEF: nuovi Titoli di Stato in emissione

Comunicati i nuovi Titoli di Stato (BTP e CCTeu) che saranno emessi dal MEF nel quarto trimestre del 2015. Ulteriori collocamenti dipenderanno dalle condizioni dei mercati finanziari.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato l’emissione dei seguenti nuovi titoli per il quarto trimestre del 2015:

BTP 15/10/2015 – 15/10/2018 Ammontare minimo dell’intera emissione: 9 miliardi di Euro
BTP 01/11/2015 – 01/11/2020 Ammontare minimo dell’intera emissione: 10 miliardi di Euro
CCTeu 15/06/2015 – 15/12/2022 Ammontare minimo dell’intera emissione: 9 miliardi di Euro

L’ammontare minimo si riferisce all’intera emissione, ovvero al valore che il circolante del titolo dovrà necessariamente raggiungere prima di essere sostituito da una nuova emissione sulla stessa scadenza.

La data di godimento dei nuovi titoli può non coincidere con quella di regolamento della prima tranche.

Durante il quarto trimestre, potranno altresì essere emessi ulteriori nuovi titoli sulla base delle condizioni dei mercati finanziari.

Riaperture di titoli in circolazione

Sempre nel quarto trimestre del 2015 saranno inoltre offerte ulteriori tranche dei seguenti titoli in corso di emissione:

BTP 01/05/2015 – 01/05/2020 cedola 0,70%
BTP 15/09/2015 – 15/09/2022 cedola 1,45%
BTP 01/09/2015 – 01/12/2025 cedola 2,00%

Inoltre, in relazione alle condizioni di mercato, il MEF si riserva la facoltà di offrire ulteriori tranche di titoli nominali in corso di emissione con scadenza superiore ai 10 anni e indicizzati all’inflazione anche al fine di tenere conto di eventuali dislocazioni sul mercato secondario di detti titoli.

Infine il MEF potrà offrire ulteriori tranche di titoli a medio e lungo termine, nominali – a tasso fisso e variabile (CCTeu) – e indicizzati all’inflazione, non più in corso di emissione, per assicurare l’efficienza del mercato secondario.

Per tutte le aste di titoli a medio e lungo termine, nominali – a tasso fisso e variabile (CCTeu) – e indicizzati all’inflazione (BTP€i), il Tesoro utilizzerà la procedura d’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa.