L’indice PMI sostiene l’FTSE Mib, +0,18%

Il dato positivo dell’indice PMI sull’andamento ad ottobre del settore manifatturiero italiano, salito ai livelli più alti degli ultimi tre mesi favorisce una chiusura positiva dell’FTSE Mib.

Riprende quota l’FTSE Mib che disegna un’outside bar rialzista ed archivia la prima sessione d’ottava a 22482 punti in moderata crescita dello 0,18%. Buone notizie sono giunte dal dato PMI sull’andamento del settore manifatturiero nel mese di ottobre, salito a 54,1 punti dai 52,7 di settembre. In aumento sono risultati i livelli di produzione così come i nuovi ordini per effetto del rafforzamento della domanda sia interna che estera.

A Piazza Affari gli acquisti hanno premiato A2A che ha messo a segno un rialzo del 3,27% a 4,864 euro, Mediaset che ha guadagnato il 2,16% a 4,72 euro, Yoox (+2,11% a 31,50 euro), UnipolSai (+2% a 2,24 euro), Enel Green Power (+1,77% a 1,959 euro), CNH Industrial (+1,54% a 6,245 euro), per citare i rialzi più significativi.

Le vendite hanno colpito Luxottica che ha ceduto il 3,8$% a 61,30 euro), Banco Popolare (-3,60% a 13,12 euro), Saipem (-2,17% a 8,36 euro), Bca Pop Emilia Romagna (-1,43% a 7,24 euro).