Leonardo, Enel, Intesa Sanpaolo confermate nel DJSI

Nel 2017, Leonardo è tra le 8 società del settore Aerospace and Defence ammesse agli indici DJSI. Enel brilla nei segmenti Climate Strategy e Policy Influence. Intesa Sanpaolo ha raggiunto il risultato massimo nelle sezioni dedicate alla stabilità finanziaria.

DJSILeonardo si conferma per l’ottavo anno consecutivo nei *Dow Jones Sustainability Indices (DJSI) Europe. La consolidata presenza negli indici azionari Dow Jones riflette l’impegno del Gruppo verso un percorso di sostenibilità che integra le tematiche ambientali, sociali e di governance all’interno delle strategie di business e a supporto dei processi aziendali e della capacità di fare innovazione.

Nel 2017, Leonardo è tra le 8 società del settore Aerospace and Defence e una delle 8 società basate in Italia ammesse agli indici DJSI, registrando risultati eccellenti in ambito risk & crisis management e compliance in export control.

Enel è stata inclusa nel DJSI World per il quattordicesimo anno consecutivo. Confermata nell’indice anche la controllata spagnola Endesa. La performance di Enel è stata particolarmente brillante nei segmenti Climate Strategy e Policy Influence, con un punteggio di 100/100 in entrambi Sulla base dei dati al giugno 2017, i fondi socialmente responsabili (SRI) possiedono l’8,4% del capitale sociale del Gruppo (8% a fine 2016), pari all’11% del flottante (10,5% a fine 2016).

Intesa Sanpaolo si conferma come uno dei gruppi più attivi al mondo in termini di sostenibilità economica, sociale e ambientale. Per il settimo anno consecutivo la Banca è stata infatti inclusa – unica banca italiana – negli indici finanziari Dow Jones Sustainability Index Europe e Dow Jones Sustainability Index World, tra i più importanti indici borsistici mondiali ed europei di valutazione della responsabilità sociale delle imprese.

A Intesa Sanpaolo è stato assegnato un punteggio complessivo pari a 84 su 100, rispetto a una media di settore di 58. Ottima la performance nell’ambito ambientale con un punteggio pari a 98, rispetto a una media di settore di 55. È stato raggiunto il risultato massimo nelle sezioni dedicate alla stabilità finanziaria, alla strategia e gestione dei rischi e delle opportunità di business in campo ambientale, alla reportistica sociale e ambientale e all’inclusione finanziaria. Per quanto riguarda il settore finanziario, nel 2017 sono state 28 le banche inserite nel Dow Jones Sustainability Index World e 10 nell’indice Europe.

*Gli indici DJSI sono stati lanciati nel 1999 e includono i titoli di società che registrano eccellenti performance di sostenibilità. La revisione annuale per l’ammissione agli indici avviene attraverso una rigorosa valutazione svolta da RobecoSAM, società svizzera di asset management.