La scure di Moody’s su JP Morgan Chase, Goldman Sachs e Morgan Stanley

Solo così si potrà garantire un rafforzamento reale delle banche, rendendole più forti ad eventuali nuovi shock finanziari e senza pesare eccessivamente sui conti pubblici.

E’ di oggi l’annuncio di Moody’s del downgrade di quattro grandi banche Usa. L’agenzia ha declassato di un gradino JPMorgan Chase, Goldman Sachs, Morgan Stanley e Bank of New York Mellon.

La motivazione di Moody’s – “Crediamo che le autorità bancarie statunitensi abbiano compiuto sostanziali progressi nel fissare una cornice credibile in grado di risolvere il problema delle grandi banche per fallire,il ‘too big to fail’ appunto. Piuttosto che contare sui fondi di salvataggio pubblici ci aspettiamo che i creditori di queste banche possano accollarsi gran parte del peso per aiutare a ricapitalizzarle“.

la scure di Moody's su JPMorgan Chase, Goldman Sachs, Morgan Stanley e Bank of New York MellonNel dettaglio Moody’s ha tagliato il rating di JP Morgan Chase, la più grande banca americana in termini di asset, ad A3. Il rating di Goldman Sachs e Morgan Stanley è stato invece abbassato rispettivamente a Baa1 e Baa2. Giù di uno scalino anche il rating di Bank of New York Mellon, ad Aa2.

Invariati invece i rating di Bank of America (Baa2) e di Wells Fargo (A2). Per tutti i gruppi presi in considerazione l’outlook, cioè la prospettiva, è stata mantenuta ‘stabile’.