La Bce taglia le stime su inflazione e Pil Eurozona

Dopo le nuove misure varate oggi, la Bce ha operato un netto taglio delle stime su inflazione e Pil Eurozona per il 2016 e il 2017. Pil 2016 atteso a +1,4%.

bce inflazione pil eurozonaDopo le nuove misure varate dalla Bce, che ha tagliato a sorpresa anche i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali allo 0% dal precedente 0,05%, mentre il tasso sui depositi è sceso come da attese a -0,40% da -0,30%, ed annunciato l’ampliamento del piano di quantitative easing a partire dal prossimo aprile, portando gli acquisti mensili di asset a 80 miliardi di euro dai 60 attuali, la Banca centrale ha rivisto al ribasso le stime su inflazione e Pil Eurozona per il 2016 e il 2017, evidenziando come negli ultimi mesi si sia concretizzato un deciso deterioramento dell’outlook economico dell’area euro.

L’inflazione del 2016 è stimata a 0,1% dall’1% delle stime di inizio dicembre. Rivista al ribasso anche la previsione sul 2017 a 1,3% da 1,6% mentre per il 2018 l’inflazione è attesa a 1,6%.

Per quanto riguarda il Pil dell’Eurozona, per il 2016 è prevista una crescita dell’1,4% dall’1,7% di dicembre 2015, per il 2017 una flessione a +1,7% da +1,9%, mentre per il 2018 è atteso un Pil a +1,8%.