Immsi : semestrale positiva, migliora la redditività

Nel primo semestre 2013 Immsi ha registrato risultati migliorativi in termini di redditività rispetto al primo semestre 2012 (dall’11,9% al 13% l’Ebitda margin e dal 6,3% al 6,6% l’Ebit margin).

I dati del primo semestre 2013 del gruppo Immsi hanno risentito del clima di incertezza del contesto macroeconomico internazionale, che continua a generare una prolungata flessione della propensione al consumo nel campo dei veicoli motorizzati con punte di particolare gravità sul mercato domestico europeo.

Anche il business navale ha risentito del rallentamento degli investimenti da parte degli acquirenti istituzionali e privati.

I ricavi consolidati al 30 giugno 2013 ammontano a 695,7 milioni di euro – rispetto a 799,8 milioni di euro del primo semestre 2012 – di cui il 96,5% proviene dal settore industriale (gruppo Piaggio), il 3,1% dal settore navale (Intermarine S.p.A.) e la rimanente parte dal settore immobiliare e holding (Immsi S.p.A. ed Is Molas S.p.A., al netto delle elisioni infragruppo).

Il risultato operativo ante ammortamenti (Ebitda) consolidato del Gruppo Immsi ammonta al 30 giugno 2013 a 90,8 milioni di euro rispetto ai 95 milioni di euro del primo semestre 2012. In rapporto al fatturato, l’Ebitda margin registra una significativa crescita percentuale, passando dall’11,9% al 13% dei ricavi netti.

Il risultato operativo consolidato (Ebit) del primo semestre 2013 ammonta a 46,3 milioni di euro, rispetto a 50,2 milioni di euro del primo semestre 2012. In percentuale, l’Ebit margin risulta in crescita dal 6,3% al 6,6% dei ricavi netti.

Gli ammortamenti del periodo ammontano complessivamente a 44,5 milioni di euro (in riduzione di 0,2 milioni di euro rispetto al dato del primo semestre 2012), suddivisi tra ammortamenti di attività materiali per 21,4 milioni di euro e di attività immateriali per 23,2 milioni di euro.

Il risultato prima delle imposte al 30 giugno 2013 è pari a 22,7 milioni di euro, rispetto al dato di 27,1 milioni di euro del primo semestre 2012. Le imposte di periodo ammontano a circa 12,3 milioni di euro rispetto a 11,6 milioni al 30 giugno 2012, con un tax rate in crescita dal 42,7% al 54,2%, principalmente a seguito di una minore iscrizione di imposte anticipate da parte delle società del Gruppo rispetto a quanto registrato nel corso del primo semestre 2012, solo parzialmente compensata dall’effetto derivante dal minore Risultato ante imposte consolidato realizzato nel corso del primo semestre 2013.

immsi

Il risultato consolidato di periodo al 30 giugno 2013 – al netto delle imposte e della quota attribuita agli azionisti di minoranza – è pari a 4,3 milioni di euro, rispetto ai 6,3 milioni di euro registrati nel primo semestre dell’esercizio precedente.

L’indebitamento finanziario netto del Gruppo Immsi al 30 giugno 2013 risulta pari a 840,5 milioni di euro. Nel raffronto con il dato al 31 dicembre 2012, l’incremento – pari a 71,1 milioni di euro – è riconducibile principalmente all’effetto della stagionalità tipica del business due ruote – che come noto assorbe risorse finanziarie nella prima metà dell’anno – nonché all’andamento del business navale, che ha comportato un incremento del capitale circolante in funzione delle importanti commesse in corso di completamento.

Il patrimonio netto consolidato di Gruppo al 30 giugno 2013 è pari a 541 milioni di euro rispetto a 547,9 milioni di euro al 31 dicembre 2012.