Fitch : Italia a rischio declassamento del rating BBB+

Lo stallo della politica italiana e le vicende degli ultimi giorni stanno mettendo a rischio, secondo l’agenzia Fitch il raggiungimento degli obiettivi fiscali di breve e medio termine.

Per Fitch la prolungata instabilità politico-economica e di bilancio, i maggiori dubbi che il rapporto debito/Pil scenderà a partire dal 2014 e il mancato pareggio di bilancio avrebbero come diretta conseguenza la revisione al ribasso del rating BBB+ sull’Italia.

Gli analisti di Fitch ritengono che se l’incertezza politica ostacolerà la presentazione della legge di bilancio 2014 alla Commissione Europea (entro il 15 ottobre) e l’Italia non sarà in grado di rispettare le norme del Patto di Stabilità, un eventuale sostegno comunitario, legato alla condizioni dei programmi Esm e Omt, potrebbe non essere disponibile.

Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, si augura che questa situazione non sfoci nel commissariamento dell’Italia. Per Squinzi è fondamentale che il decreto sulla legge di stabilità sia realizzato con le decisioni giuste e che il Paese tenga così come i mercati finanziari.
fitch
Squinzi ha aggiunto: “Ciò che conta sono i risultati. L’importante è che il nostro Paese non venga ulteriormente penalizzato.”