Fisco: effetto crisi sul gettito Iva, oltre 3,4 miliardi di introiti in meno

Nonostante qualche segnale di recupero, gli incassi Iva risentono della crisi con un -3,9%, oltre 3,4 miliardi di introiti in meno.

Fisco, Irpef, Iva, evasione fiscaleIN PICCHIATA L’IVA – Secondo i dati dei Dipartimento delle Finanze, tra gennaio ed ottobre l’Iva sugli scambi interni è diminuita dello -0,9% mentre il prelievo sulle importazioni è letteralmente crollato del 19,7%, «risentendo fortemente dell’andamento del ciclo economico sfavorevole». Tuttavia qualcosa sembra muoversi, almeno sul mercato nazionale: il gettito Iva, segnala il Tesoro, ha infatti recuperato a ottobre 0,7 punti percentuali rispetto al mese di settembre, registrando una variazione del 5,3% e proseguendo così nella dinamica positiva di settembre (+3%), luglio (+1,2%) e giugno(+4,5%).

IN CALO ANCHE l’IRPEF – A scendere è stato anche l’incasso Irpef, diminuito dell’1,1% (-1,4 miliardi) per effetto soprattutto dell’andamento negativo dei versamenti in autoliquidazione (-13,6%). Aumenta del 2% invece l’Ires, che però, con 419 milioni in più, non riesce a bilanciare il calo dell’imposta sulle persone fisiche. La vera spinta arriva infatti dalle imposte sostitutive su ritenute, interessi e altri redditi di capitale pari a +22,3% (+1,77 miliardi) e sui redditi di capitale e sulle plusvalenze (+897 milioni di euro). In flessione ancora una volta le entrate dell’imposta sul consumo dei tabacchi (-5,2%, pari a -476 milioni di euro) legate, in parte, al calo dei consumi determinato dalla diffusione delle sigarette elettroniche. Mentre aumenta l’imposta di bollo (+24,5%, pari a 1.354 milioni di euro).

EVASIONE FISCALE – Le entrate tributarie derivanti dall’attività di accertamento e controllo, nel periodo gennaio-ottobre 2013, ammontano invece a 5.843 milioni di euro (+48 milioni di euro pari a +0,8%). Lo rende noto il ministero dell’Economia in un comunicato. Dei 5,843 miliardi di incassi, 3,824 miliardi di euro (-105 milioni di euro, pari a -2,7%) sono affluiti dalle imposte dirette e 2,019 miliardi (+153 milioni di euro, pari a +8,2%) dalle imposte indirette. Corriere.it