Eni: terzo trimestre 2016 in perdita, utile operativo -66%

Perdita netta di 0,56 miliardi per il gruppo Eni e utile operativo in marcata flessione (-66%). Peggiora lo scenario, confermate strategie e obiettivi della guidance 2016.

eni perdita terzo trimestre 2016Nei primi nove mesi del 2016 il gruppo Eni registra una perdita di 1,39 mld di euro, riconducibile agli effetti del peggioramento dello scenario e dello stop di Val d’Agri.

Il terzo trimestre 2016 si è concluso con una perdita netta di 0,56 miliardi. Il risultato operativo adjusted registra un calo del 66% a 0,26 miliardi nel trimestre e una contrazione del 73% a 1,03 miliardi da inizio anno.

La produzione di idrocarburi è aumentata dello 0,4% nel terzo trimestre a 1,71 milioni di barili/giorno e dello 0,5% nei primi nove mesi dell’anno. Escluso il fermo in Val d’Agri, operazioni di portafoglio e l’effetto prezzo dei contratti petroliferi, il progresso è risultato essere del 2,2% nel trimestre e dell’1,6% nel periodo gennaio-settembre 2016.

Il management ha confermato le strategie e gli obiettivi della guidance 2016, comprese le cessioni, e un livello produttivo sostanzialmente stabile rispetto al 2015. Attesa una generazione di cassa più forte nel quarto trimestre 2016.

Nel terzo trimestre abbiamo compiuto tre fondamentali passi nella messa a regime del nostro portafoglio upstream: la stabilizzazione a plateau della produzione di Goliat, il riavvio di Kashagan ed il ramp-up di Nooros, testimonianza del successo della nostra strategia esplorativa che privilegia la riduzione del time-to-market. Questi risultati, insieme al riavvio della produzione in Val d’Agri, consentiranno di rinforzare dal quarto trimestre la generazione di cassa che beneficia al contempo della riduzione dei costi di sviluppo e di estrazione” ha commentato l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi.