I conti trimestrali di Generali non scaldano il titolo

Generali Assicurazioni da inizio anno ha guadagnato oltre il 9% sostanzialmente in linea con le aspettative del mercato.

generali assicurazioniVenerdì scorso Generali Assicurazioni ha pubblicato i risultati del primo trimestre del 2018 che sono stati accolti piuttosto freddamente dal mercato.

E questo nonostante i conti fossero leggermente al di sopra delle attese degli analisti e in progresso su base annuale, confermando il positivo andamento delle performance industriali e finanziarie del gruppo assicurativo.

Nel dettaglio, i premi lordi crescono complessivamente a/a del 2,5%* a 18.604 milioni*. Risultato trainato dal segmento Vita che balza del 3%* grazie soprattutto ai prodotti unit-linked (+9,9%*). I premi nel segmento Danni segnano un incremento del 1,4% a/a*, grazie sia alla linea di business Auto, che aumenta del 1,6%*, mentre quella Non Auto cresce dello 0,6%*.

Il risultato operativo si attesta a 1.253 milioni (+4,9% a/a)*, trainato dal segmento Danni, in aumento del 14,1%*, grazie all’andamento del risultato tecnico.

Stabile invece il risultato operativo del ramo Vita. L’Utile netto di gruppo si attesta a € 581 milioni, evidenziando una crescita dell’8,6%*. L’Operating RoE annualizzato è al 13,2%*, in linea con il target (>13%). Sul fronte patrimoniale, il Patrimonio netto si attesta a 25.731 milioni*, in crescita del 2,6% a/a*.

Rafforzata anche la posizione di capitale con Regulatory Solvency Ratio al 211%* e Economic Solvency Ratio al 233%*.

Soddisfatto il management. Il CFO Luigi Lubelli ha dichiarato che “guardiamo con ottimismo al resto dell’anno, che vedrà il completamento con successo del piano strategico”.

Per quanto riguarda gli analisti, ricordiamo che di 20 che seguono il titolo (fonte Bloomberg), 11 hanno raccomandazione Buy e 14 Hold. Solo 5 consigliano di vendere il titolo. Il target price medio è 16,77 euro*, allineato ai prezzi attuali.

*Fonte dati: Bloomberg Finance L.P.

Commento a cura del team Vontobel