Come si comportano in borsa i titoli dedicati al gioco

Nel corso degli ultimi dieci anni si è progressivamente avvertita la necessità di quotare in borsa anche i titoli delle aziende dedicate al gioco online.

titoli giocoPer il settore delle scommesse sportive il 2016 è stato un anno decisamente fortunato. Ne sanno qualcosa anche gli operatori di società quotate in borsa e che si occupano di gioco online.

Dall’Inghilterra, patria ideale per il settore dei bookmakers, luogo da cui partono le grandi quote e le statistiche relative a eventi sportivi importanti e non solo, arrivò qualche anno fa l’idea di quotare in borsa questo tipo di società.

In genere queste public company fanno parte del listino Ftse 250 che comprende le ulteriori 250 società più grandi dopo le prime 100 del Ftse 100, l’indice azionario delle 100 società più capitalizzate e quotate al London Stock Exchange. Sicuramente l’interesse delle borse valori per questo segmento specifico di attività, come le scommesse sportive, è abbastanza scontato. Si tratta infatti di una nicchia capace di portare buoni profitti con investimenti abbastanza contenuti.

In un momento particolarmente delicato come questo, dove la volatilità rappresenta una delle costanti per l’economia globale, senza considerare gli effetti del Brexit, il settore del betting risulta ancora più appetibile, sia per la sua autoreferenzialità, che lo rende da un punto di vista finanziario molto conveniente, sia perchè risponde a regole interne dove il PIL conta solo fino a un certo punto.

Realtà come quella di William Hill oppure “888”, legate al gambling, in tempi recenti hanno preso piede fino a consolidarsi come mercato stabilendo rapidamente un significativo bacino di utenza e di capitali. Non stupisce che un segmento dinamico e affidabile come questo beneficiasse delle premure dei mercato finanziari.

Nel corso degli ultimi dieci anni attraverso alcune acquisizioni di società che operano nel settore del gioco, quali poker room e sale online, si è avvertita la necessità di quotare in borsa anche questo tipo di aziende. Pian piano molte delle sale da gioco si sono introdotte nel mercato azionario come nel caso delle scommesse sportive online William Hill, celebre azienda britannica del settore.

Proprio in questo contesto, una poker room, a differenza di un’azienda convenzionale, non viene influenzata dalle manovre di politica monetaria nè dai dati macro-economici, come per esempio l’andamento del PIL, e grazie a ciò riesce ad ottenere in breve tempo ottimi risultati.

Se da un lato ci possono essere flessioni fisiologiche dei mercati, dall’altro queste curve difficilmente intaccano un settore autoreferenziale e circoscritto come quello del gioco.

Con Voglia di Vincere casinò on line è possibile tentare la fortuna con una vasta gamma di giochi che vanno dalla roulette al blackjack. Del resto questo tipo di realtà aziendale in breve tempo ha sia ottenuto che centrato obiettivi strategici per il settore delle scommesse e del gioco online. Diverse società che operano in questo settore hanno ben performato dopo la quotazione dei propri titoli in Borsa, dando spesso un nuovo impulso anche ai mercati tradizionali.