Campari: positiva la conclusione della Tender Offer

Positiva la conclusione della Tender Offer su obbligazioni Campari. L’indebitamento complessivo beneficerà dall’allungamento della scadenza delle passività.

Tender Offer Davide Campari-MilanoIn considerazione di quanto annunciato il 22 marzo scorso, Campari ha collocato due emissioni obbligazionarie a tasso fisso senza rating di durata pari, rispettivamente, a cinque e sette anni, destinate a uno scambio con alcune obbligazioni emesse in precedenza dal gruppo e acquistate dietro corrispettivo in denaro da BNP Paribas che, sulla base dell’alto livello di adesioni ricevute nell’ambito della Tender Offer, ha deciso di accettare l’acquisto di un importo pari a € 200.001.000 in ammontare nominale di obbligazioni esistenti Campari.

L’operazione consentirà al gruppo Campari di ottimizzare la propria struttura del debito attraverso un allungamento della scadenza media delle sue passività beneficiando dei bassi livelli dei tassi di interesse presenti sul mercato.

Data l’elevata adesione alla Tender Offer, Davide Campari-Milano, ha deciso di aumentare l’importo nominale del prestito obbligazionario di sette anni per un importo addizionale pari a € 50 milioni, così da aumentare l’ammontare complessivo delle emissioni obbligazionarie fino a € 200 milioni (€ 50 milioni con scadenza 5 aprile 2022 e € 150 milioni con scadenza 5 aprile 2024).

Indicativamente il 5 aprile 2017, Davide Campari-Milano prevede di scambiare le obbligazioni acquistate da BNP Paribas con quelle di nuova emissione e regolerà l’eventuale restante importo per cassa.

Il perfezionamento dello scambio avverrà dopo la conclusione del collocamento e regolamento delle nuove obbligazioni che saranno ammesse alle negoziazioni presso il mercato non regolamentato o Third Market della Borsa di Vienna.

All’esito della complessiva operazione di scambio le obbligazioni ancora in circolazione saranno, in ammontare nominale, le seguenti:

€ 219.057.000 con riferimento alle obbligazioni con scadenza in data 25 ottobre 2019;
€ 580.942.000 con riferimento alle obbligazioni con scadenza in data 30 settembre 2020.