Calano le tariffe di luce e gas. Quanto si risparmia da Aprile

Buone notizie per famiglie ed aziende. Dal prossimo mese di Aprile diminuisce la spesa di luce e gas.

L’Autorità per l’energia, nell’aggiornamento dei prezzi di riferimento per il trimestre aprile-giugno 2014, ha infatti deciso un taglio del costo dell’energia elettrica dell’1,1% e del gas del 3,8%, con un calo complessivo della spesa per il metano di oltre l’11% in un anno.

In diminuzione del 3,9% rispetto al mese precedente anche il GPL distribuito a mezzo reti.

QUANTO SI RISPARMIA

Da aprile, il prezzo di riferimento dell’energia elettrica sarà di 18,975 centesimi di euro per kilowattora, in riduzione di 0,214 centesimi di euro, tasse incluse, rispetto al trimestre precedente.

La spesa media annua della famiglia tipo sarà di circa 512 euro così ripartiti: 253 euro (pari al 49,43% del totale della bolletta) per i costi di approvvigionamento dell’energia e commercializzazione al dettaglio; 110 euro (21,43%) per gli oneri generali di sistema, fissati per legge; 81 euro (15,80%) per i servizi di rete (trasmissione, distribuzione e misura); 68 euro (13,34%) per le imposte che comprendono l’IVA e le accise.

Per quanto riguarda il metano, il prezzo di riferimento del gas sarà 83,01 centesimi di euro per metro cubo, tasse incluse.

Per il cliente tipo, la spesa sarà di circa 1.162 euro su base annua, così suddivisa: 440,28 euro (pari al 37,89% della bolletta) per l’approvvigionamento del gas naturale e per le attività connesse; 418,80 euro (pari al 36,04% per le imposte che comprendono le accise (18,42%) l’addizionale regionale (2,44%) e l’IVA (15,18%); 167,46 euro (14,41) per la distribuzione e la misura; 68,48 euro (5,89%) per la vendita al dettaglio; 38,36 euro (3,30) per il trasporto; 28,70 euro (2,47%) per la gradualità nell’applicazione della riforma del gas e la rinegoziazione dei contratti pluriennali di approvvigionamento. FinanzaUtile.org