Banche favorite, brilla Intesa Sanpaolo

Diverse le ragioni della performance di Intesa Sanpaolo. Rotazione di portafoglio, attesa per il rialzo dei tassi d’interesse e possibile cessione della piattaforma di servicing degli NPL sembrano avere il peso maggiore.

intesa sanpaoloIntesa Sanpaolo da inizio anno ha segnato una delle performance più interessanti in Borsa crescendo oltre del 9%* e sovraperformando il FTSE MIB e l’EURO- STOXX BANKS di circa due punti percentuali. Diverse le ragioni della performance, tra cui tre sembrano avere un peso maggiore. Sicuramente, l’attesa per il rialzo dei tassi d’interesse da parte della BCE sta favorendo il comparto bancario su altri settori quali per esempio quello delle utilities.

Tra l’altro, i verbali della riunione di dicembre della BCE fanno pensare a diversi operatori circa la possibilità di un’accelerazione sulla tempistica del primo rialzo. Inoltre, a favorire Intesa Sanpaolo e il comparto bancario, vi è l’operazione di rotazione di portafoglio avviata dai gestori, che sembra stiano spostando masse dalle utilities al comparto bancario. Quest’ultimo è un settore che nella seconda metà del 2017 è stato particolarmente penalizzato.

Infine, piace al mercato la recente notizia che Intesa Sanpaolo stia valutando la cessione della piattaforma di servicing degli NPL, oltre ad un portafoglio di sofferenze alla società svedese Intrum. Positivi anche gli analisti. Di 22 esperti che seguono il titolo*, 18 hanno una raccomandazione di acquisto e solo uno di vendita. In 13 sono neutrali. Il target price medio è di 3,1 euro*. Sui multipli il titolo è a premio rispetto ai principali competitors sia su P/E che su P/BV 2018.

*Fonte dati: Bloomberg Finance L.P.

Commento a cura del team di Vontobel