Banca Generali: accelera ad aprile la raccolta netta di risparmio gestito

La raccolta netta totale di Banca Generali ad aprile è stata pari a €241 milioni, di cui €121 milioni realizzati dalla rete Banca Generali e €120 milioni da Banca Generali Private Banking.

Si tratta della performance mensile migliore dal gennaio dello scorso anno, in cui si evidenzia la forte richiesta di prodotti di risparmio gestito, con €314 milioni realizzati nel mese e €900 milioni da inizio anno.

La riduzione dei tassi di interesse sui governativi e le attese di un miglioramento, seppur lento e graduale, delle prospettive dell’Eurozona, stanno orientando la clientela verso soluzioni di investimento di risparmio gestito che consentono di aumentare la diversificazione dei portafogli e cogliere le opportunità di investimento che i mercati finanziari internazionali offrono.

La raccolta netta del mese, così come da inizio anno, si è prevalentemente concentrata quindi verso fondi e SICAVs (€206 milioni ad aprile) a conferma di una attiva ricerca di diversificazione dei patrimoni sia sul fronte degli attivi, sia dei mercati. In particolare, si segnala la crescente richiesta per i nuovi fondi lanciati da BG SICAV e per i comparti di BG Selection, specie quelli dedicati ai mercati emergenti e NEXT 11.

Resta inoltre alto l’interesse per le soluzioni assicurative, che abbinano alla stabilità dei rendimenti, la garanzia sul capitale e l’esenzione dall’imposta di bollo sui prodotti di ramo I. La nuova produzione vita è stata pari a €111 milioni nel mese (€378 milioni da inizio anno).

Il saldo netto dei prodotti amministrati riflette da un lato l’acquisizione di nuova clientela ed il trasferimento di titoli (€60 milioni nel mese), e dall’altro la trasformazione della liquidità dei conti correnti in prodotti a maggior valore aggiunto, quali quelli di risparmio gestito e assicurativo.