Atlantia cede 10% di Autostrade per l’Italia

Il Cda di Atlantia ha approvato la cessione di una partecipazione del 10% in Autostrade per l’Italia (Aspi). Plusvalenza €736 mln, opzione per altro 2,5%.

Atlantia Autostrade per l'Italia ASPIIl Cda di Atlantia ha dato il via libera alla cessione di una quota del 10% di Autostrade per l’Italia (Aspi) il cui perfezionamento è previsto entro luglio.

Il prezzo riconosciuto dagli acquirenti evidenzia una valutazione per il 100% del capitale netto di Aspi pari a 14,8 mld di euro e genererà una plusvalenza pari a 736 milioni di euro.

Un 5% andrà al consorzio formato da Allianz Capital Partners per conto di Allianz Group (74%), EDF Invest (20%) e DIF Infrastructure IV (6%), consorzio che avrà una call option per l’acquisto di un ulteriore 2,5% da esercitarsi entro il 31 ottobre. L’altro 5% sarà acquistato da Silk Road Fund.

La società fa sapere che sono in corso contatti con altri potenziali investitori che hanno manifestato interesse per l’acquisizione di ulteriori quote nel capitale di Aspi.

Con questa operazione Atlantia non solo recupera risorse per accelerare lo sviluppo internazionale ma soprattutto instaura una solida partnership con investitori eccellenti che apprezzano il modello di business di Autostrade per l’Italia e la chiarezza delle regole concessorie italiane. Auspichiamo di poter ampliare la collaborazione su altri progetti di sviluppo in paesi di comune interesse” ha commentato l’ad Giovanni Castellucci.