A2A: dati preliminari al 31 dicembre 2017

Margine Operativo Lordo a quota 1,2 mld di euro per il gruppo A2A. Utile Ante Imposte in crescita del 31%.

a2a valottiIl Consiglio di Amministrazione di A2A ha preso visione dei risultati consolidati preliminari dell’esercizio 2017 che hanno evidenziato:

Margine Operativo Lordo (Ebitda) a 1,2 miliardi di euro, sostanzialmente in linea rispetto al 2016 (1,2 miliardi di euro al 31 dicembre 2016), che tuttavia includeva il contributo di EPCG per 69 milioni di euro: escludendo tale contributo in entrambi gli esercizi, l’Ebitda di Gruppo risulta in crescita di oltre 30 milioni di euro (circa +3%);

Al netto delle componenti non ricorrenti pari a circa +60 milioni di euro nel 2017 (circa +130 milioni di euro nel 2016) e del contributo di EPCG, il Margine operativo lordo si attesta a quota 1,1 miliardi di euro (1,0 miliardi di euro nel 2016; +10%);

Utile ante imposte, pari a circa 489 milioni di euro (372 milioni di euro nell’esercizio 2016 restated) al netto di svalutazioni di asset e avviamenti, complessivamente pari a 94 milioni di euro;

Investimenti, pari a 450 milioni di euro, escluso l’importo corrisposto per le operazioni di M&A concluse nel corso del 2017 e il contributo di EPCG, in crescita del 29% rispetto al 2016 (349 milioni di euro nel precedente esercizio). A crescere sono soprattutto gli investimenti delle BU Ambiente (+55%) e della BU Reti e Calore (+8%);

Posizione Finanziaria Netta a circa 3,23 miliardi di euro, in crescita di circa 90 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2016. La generazione di cassa al netto dell’effetto delle operazioni di M&A (circa 100 milioni di euro) e del deconsolidamento della PFN, attiva, di EPCG (206 milioni di euro) è stata positiva e superiore a 200 milioni di euro. Il rapporto PFN/Ebitda passa da 2,5x a 2,7x.

Si chiude un anno molto positivo per A2A. I risultati economico-finanziari si accompagnano ad un consolidamento del processo di crescita e riorientamento strategico dell’azienda. Competitività, innovazione e sostenibilità sono i driver sui quali continueremo a fondare i nostri ambiziosi progetti di sviluppo” ha dichiarato Giovanni Valotti, Presidente di A2A.