A2A: cala l’utile netto semestrale, pesa l’uscita dal Montenegro

Nonostante le elevate quotazioni dell’energia elettrica e del gas, il primo semestre 2017 si conclude in utile per A2A ma pesa l’uscita dalla montenegrina EPCG.

a2aI primi sei mesi del 2017 si sono chiusi per A2A con risultati economico-finanziari molto soddisfacenti, migliori rispetto alle attese del gruppo, sebbene lo scenario sia stato caratterizzato da elevate quotazioni dell’energia elettrica e del gas, anche se in leggera riduzione rispetto a quanto osservato nel primo trimestre.

Tali livelli di prezzo nel mercato all’ingrosso italiano sono riconducibili sia al fermo di numerose centrali nucleari francesi durante i primi mesi dell’anno sia alle temperature particolarmente rigide registrate principalmente nel mese di gennaio, sia all’eccezionale ondata di caldo che ha investito la penisola italiana nel corso del mese di giugno.

Le scarsa piovosità di fine 2016 e dei primi sei mesi del 2017 ha invece influito molto negativamente sulle produzioni idroelettriche (sia in Italia che in Montenegro) ridottesi di quasi il 40%. La termicità è stata sostanzialmente allineata al primo semestre del 2016.

Highlights finanziari del primo semestre 2017 del gruppo A2A:

Margine Operativo Lordo a 649 milioni di euro (+6% rispetto al primo semestre 2016). Ottima crescita organica ed esterna in tutte le BU, tranne EPCG penalizzata dalla bassa piovosità.

Utile Netto Ordinario, pari a 252 milioni di euro, in forte crescita (+19% rispetto al corrispondente periodo del 2016). L’esercizio della PUT Option sulla società montenegrina EPCG determina un effetto negativo di 95 milioni di euro sull’Utile Netto. EPCG cesserà di essere consolidata integralmente a partire dal 2° semestre 2017.

Utile netto, dopo gli effetti della PUT Option su EPCG, pari a 157 milioni di euro (254 milioni di euro nel primo semestre 2016).

Investimenti per 171 milioni di euro, in crescita del 32% rispetto al primo semestre 2016. Si riduce di 89 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2016 a 3.047 milioni di euro la Posizione Finanziaria Netta.